E poi TUTTO cambia!

20130405-030835.jpg

E poi succede così. Nel momento esatto in cui il fondo emotivo e fisico l’hai toccato davvero, in cui il cancro è più aggressivo dentro di te e sembra volersi diramare ovunque.
Succede così, quando ti sembra di non riuscire più a trovare le fila di nulla, della tua interiorità, dei tuoi progetti, del tuo voler continuare la tua vita “normalmente”, dando sempre il massimo in ogni cosa, come se nulla fosse, senza nulla dire.
Succede così, in un solo istante, in un giorno qualunque.

Tac. Solo un piccolo istante. E tutta la tua vita cambia.
E sai che le parole per spiegarlo davvero non le troverai mai. E sai che dopo 24 anni di interiorità contorta, di ricerca continua del tuo massimo, qualunque esso fosse, ovunque fosse, qualunque sacrificio comportasse per te stessa, dopo grovigli emozionali, un impegno e una disciplina indicibili e una continua perenne sensazione che tutto quello che hai fatto nella tua vita non fosse mai abbastanza… In un attimo capisci tutto. Tutti i nodi si sciolgono, tutte le strade si chiariscono, tutte le domande a cui per un’intera vita non eri riuscita a dare una risposta, ti rispondono esse stesse.

E succede così, in un attimo. In un attimo senti che ogni più piccolo centimetro cubo di superficie visibile davanti ai tuoi occhi acquista finalmente quel valore unico e quella preziosità e quell’assoluta tenerezza perfetta che non gli avevi dato mai. In un attimo capisci che non importa quante cose hai fatto nella tua vita, ma che avere il cancro e avere l’opportunità di viverlo e combatterlo è la cosa di cui sei più orgogliosa nella tua esistenza! E capisci che la vita non ti è mai sembrata così straordinariamente meravigliosa, unica, imprevedibile, brillante, preziosa, piena, ricca, che il tuo respiro non era mai stato così consapevole, che ogni più piccola emozione non aveva mai avuto in te una tale grandissima risonanza. E capisci che avere il cancro è il tuo vero orgoglio, il tuo vero stendardo, la tua vera opportunità di crescita. E capisci che se davvero serviva tutto questo per guarire nell’anima, allora le tribolazioni del corpo saresti disposta a viverle altre mille volte!

E in un attimo capisci che il cancro te lo sei fatto venire, che lo avevi nell’anima da quando eri piccola, che era lì in agguato pronto ad esplodere nel nome di una zavorra interiore a cui non avevi mai trovato risoluzione, che erano i rapporti irrisolti, le perdite mai colmate, le insoddisfazioni mai sanate ad affliggerti e complicarti.

E in un attimo capisci che è stato proprio quel cancro a GUARIRTI L’ANIMA, a riportare ordine nella vera essenzialità della tua vita, a ridarti la Fede, la speranza, la fiducia, l’abbandono, la consapevolezza di essere finalmente diventata chi per una vita intera hai fatto di tutto per essere e non eri stata mai: una donna SERENA! Capisci che è stato il cancro a permetterti finalmente di amare te stessa in un modo incondizionato, con tutti i tuoi pregi e tutti i tuoi limiti, a godere di ogni più piccolo istante, ad assaporare ogni attimo, ogni odore, ogni gusto, ogni sensibilità, ogni parola, ogni condivisione, ogni più piccolo frammento di infinito condensato in un banalissimo e preziosissimo istante. Capisci che è stato il cancro, con il suo tormento, con le sue aggressività, con le sue asprezze a portarti infine la LUCE.

Tac. E poi la tua vita cambia.
Questo è. Ed è un attimo, un attimo che risolve… TUTTO!

Io sono guarita nell’anima. In un istante, in un giorno qualunque, al risveglio da una crisi.
Ho riaperto gli occhi ed ero un’altra. E questo è un miracolo.

Io sono guarita dentro. La persona che si è ammalata non esiste più.
Ora so che la guarigione del corpo arriverà. Ora so che mi amo.
E so che dovrò tribolare ancora un pochino, che la strada è ancora in salita. Ma ora ho finalmente chiaro e preciso e perfettamente nitido dentro di me chi sono, dove sto andando, cosa voglio e qual è il mio progetto.
E con questa serenità, questa forza, questa tranquillità che sento dentro, ora finalmente so perché mi sono ammalata e perché nell’anima sono già guarita.

Se ci voleva questo, TUTTO questo per sentirsi così bene dentro e per vedere la vita così, allora sono fiera, orgogliosa e felice che mi sia successo più di qualsiasi altra cosa al mondo!

Io sono guarita nell’anima. E mi ritengo la persona più fortunata al mondo!
Perché ora amo la mia vita in maniera INCONDIZIONATA e non la cambierei MAI con quella di nessun altro.
Perché ora il mio corpo, nel tempo, saprà come guarire.

E poi ci sarà il mio E POI.
Di questo sono assolutamente CERTA.

39 risposte a “E poi TUTTO cambia!

  1. leggevo i tuoi E POi ,qualche volta era come leggermi dentro , altre leggevo qualcosa che non riuscivo a dirmi, sempre erano belle verita ‘.mi mancherai .Ti penso nei tuoi E POI infini , in altri mondi .

  2. « Ogni giorno di più mi convinco che lo sperpero della nostra esistenza risiede nell’amore che non abbiamo donato. L’amore che doniamo è la sola ricchezza che conserveremo per l’eternità » G.A.ROL

  3. Vola libero piccolo angelo. Sono capitata qui per caso e le tue parole mi hanno rimpito gli occhi di lacrime…

  4. Qualche mese fa…ero capitata nel tuo blog per caso…cercando un modo per dare forza al mio babbino…che come te stava affrontando le molteplici metastasi da Melanoma…il mio angelo è volato via il 22 Aprile…Grazie per questo blog…per le tue parole…per quello che hai fatto x le persone come noi…e grazie per quello che continuerai a fare ovunque tu sia…RIP

  5. la vita, qualunque sia la sua durata, è sempre un istante nell’eternità ….trascorsa alla ricerca, consapevole ma al più inconsapevole, della pace interiore … tu ci sei riuscita cara …. un abbraccio

  6. da oggi, in cielo, si sentirà una nuova, dolcissima melodia…chiunque non si apprezza e non ama la vita ed il mondo circostante dovrebbe leggere le tue parole…buon viaggio

  7. ho saputo solo ora e sono addolorata. Un abbraccio ai tuoi cari. Questo articolo è splendido; eri pronta, vero? Sapevi che stavi per partire e hai salutato tutti….buon viaggio e buona suonata

  8. Non sapevo nulla di te, al Tg ho sentito la tua storia, ho cercato il tuo blog, ho letto questa tua pagina e ho rivissuto l’esperienza di Nina, anche lei uccisa da un melanoma nel fiore dei suoi anni. Le tue parole hanno detto ciò che lei non ci disse, ma che ci mostrò con una vita esemplare. Penso che se teniamo aperto questo luogo virtuale, se vi contribuiamo, continuiamo a farti vivere e farti compiere la tua missione qui, felice di conoscerti Carlotta ♥

  9. Ciao Carlotta, invidio gli angeli perché sentiranno la tua musica. I tuoi 24 anni valgono molto di più di anni di vite buttate via con pseudo lavori senza senso, ma sono troppo pochi comunque per privarci della tua presenza.

  10. Ora per chi resta è ancora più dura. Dopo quello che hai sofferto adesso sei di sicuro felice, rimani vicino a chi ogni giorno deve continuare a vivere senza di te. Un bacino d.

  11. Vi posso chiedere, per favore (anche se non so a chi lo sto chiedendo) di non chiudere o cancellare questo blog? Grazie

  12. … spero che la tua idea di trasferire in un libro i contenuti di questo blog venga realizzata … i tuoi pensieri e le tue parole fanno un gran bene all’anima di chi ha la fortuna di leggere … sei veramente “grande” Carlotta!!!

    • Ci teneva talmente, il manoscritto era ultimato. Spero che veda le stampe affinché molti ancora conoscano la sua storia esemplare ed Il Cancro e Poi…

  13. Ciao Carlotta.
    Grazie per quello che ci hai lasciato.
    Una testimonianza di amore e gioia di vivere che .fa sperare in un “e poi” sicuramente pieno di serenitá.
    Grazie.
    Loris

  14. Un Saluto a Carlotta e a tutti quelli che continuano a leggere questo meraviglioso Blog !!
    Tutti coloro che non sono ammalati di cancro dovrebbero leggerlo , insieme a tanti altri siti nella rete , poichè la ricchezza interiore e la voglia di vivere di un ammalato di cancro fanno capire l’essenza vera della vita , e sopratutto trasmettono il giusto valore alle priorità e alle vicissitudini della propria esistenza , spesso malata di banalità , materialismo e sciocchezze , alle quali spesso si da un importanza assurda.

  15. Sono capitata per caso in una chiesa di Roma ieri e ho saputo della tua esistenza… mi hai incuriosito e ti ho cercato…e hai dato tante risposte a tante mie elucubrazioni mentali…hai lasciato tanto a chiunque ti abbia ascoltato

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...