Sei quella che eri. Ma non lo sei più

20120913-224250.jpg

E poi tutt’un tratto ti rendi conto di quanto sia inquietante e subdolo questo cancro con cui combatti da un anno. È metastatico, dello stadio più alto, non più operabile. Eppure al di fuori, lontana dai tuoi stessi occhi indiscreti e vicina agli sguardi estranei che ti scrutano, sei quella che eri. E devi anche essere grata per questo. Perchè per il melanoma non c’é chemioterapia che funzioni davvero, perchè la terapia che stai facendo ha lasciato i tuoi lunghi capelli biondi al loro posto. Perché i malesseri e i problemi sai ormai dissimularli con grande maestria. Perché quella stanchezza perenne e quel terribile affanno che ti coglie anche al più piccolo sforzo ormai fanno parte delle tue giornate. Perché quel polpaccio più sottile dell’altro è sempre ben coperto, perché ogni dolore e disagio dovuto a tutti i linfonodi che ti hanno tolto è ormai abitutine con cui convivi e di cui non sai più neanche lamentarti. Perché non tutti sanno l’inferno che quei tuoi colpi di tosse nascondono. E quasi ti fa sorridere questo essere segretamente alleata di te stessa, questo subdolo e inquietante ossimoro che ora sei. Malata, combattente, stanca dentro, e allo stesso tempo sana, determinata, piena di progetti agli occhi degli altri. E c’è chi neppure sa cosa stai vivendo esattamente.
I quasi 50 cm di cicatrici ormai sai coprirli bene, ma non puoi coprire lo sguardo diverso che ora ti abita gli occhi.
Sei quella che eri. Ma non lo sei più.

6 risposte a “Sei quella che eri. Ma non lo sei più

  1. E’ difficile, lo so. Ci sono giorni che non credo di trovare più la forza per andare avanti. Ci sono giorni nei quali mi sembra che nessuno possa capirmi, ascoltarmi, considerarmi ancora una persona che vive, che spera, che lotta. Perchè per stare vicino a chi ha un cancro bisogna avere la leggerezza di una farfalla, la delicatezza di una carezza, ma la solidità di una roccia. E poche persone hanno queste qualità. Spesso scopri che chi credevi sarebbe stato la tua ancora di salvezza ti sta lasciando andare, mentre ti trovi inaspettatamente sostenuto dalla sensibilità di chi non immaginavi neppure che ci sarebbe stato. E poi ci pensi e arrivi a pensare che da un certo punto di vista e nonostante tutto siamo fortunate. Perchè per nessun altro la vita è come la vediamo, come la sentiamo e come la amiamo noi.

  2. ti leggo da un po’, in silenzio. Mi aiuti a sentirmi meno sola, mi fai compagnia. Io sono un terzo stadio, in questo momento sto bene, diciamo.
    Stasera non posso fare a meno di lasciare due righe, a te e a frubex, per dirle che è proprio così, nessuno vede, sente e ama come noi. Vi abbraccio.

  3. non c’e’ ammirazione piu’ grande nell’ascoltare il vostro vissuto e la pienezza del vostro animo nell’affrontare tutto cio’…e la gente si crea problemi per qualsiasi stupidata,non riuscendo a capire quanto e’ preziosa la vita in ogni suo istante…vi sono vicina e vi riservo i miei migliori pensieri e speranze.

  4. E’ vero. Anch’io so di essere quella di prima ma per un verso mi sento profondamente cambiata. Fisicamente, mentalmente. Per alcune cose mi sento una persona migliore ma a volte farei volentieri a cambio con tutto questo pur di avere la vita che avevo prima. Ma si può solo andare avanti e allora devo raccogliere tutte le mie forze e cercare di fare il meglio che posso basandomi su ciò che ho ora e non su ciò che avevo prima e ora non ho più

  5. SONO SEMPRE STATA MOLTO SENSIBILE ALLE MALATTIE O PERDITE PERCHE’ IN FAMIGLIA NE ABBIMO AVUTE TANTE E IO PER UN INCIDENTE HO PERSO UNA BIMBA IN SEI MESI.HO UNA SOCIA CHE SEGUE FARMACI ONCOLOGICI E UNA MADRE CHE HA VUTO UN OSTEOSARCOMA A 19 ANNI…MA NON AVEVO ANCORA CAPITO.POI NELLA MIA VITA 2 MESI E’ ARRIVATO LUI…UN UOMO CHE IN CHAT MI FACEVA SORRIDERE LA PRIMA SERA E CHE LA TEL E IN CHAT NEI GG DOPO MI FACEVA RIDERE ANCORA DI PIU’ E EMOZIONARE,UN UOMO PIENO DI SPIGOLI,DIFFIDENTE DI UNA DUREZZA CHE TAGLIA COME PIETRE.UN UOMO CHE SENZA VEDERCI TRAMITE LE NS CHAT UN PO’ AVEVA RIPRESO LA VOLGIA DI CAMMINARE PER MANO AD UNA DONNA.UN UOMO CHE SA COSìEì IL CANCRO FORSE COME POCHI CHE LA COMBATTUTO IN H DA SOLO E DUE VOLTE E DI NUOVO…SOLO LUI E IL SUO CANE.UN UOMO A CUI LA VITA NON HA FATTO GRAMDI REGALI ECHE FORSE ALLA GENTE NON PIACE PERCHè LUI TI TRITA TI MASSACRA…MA UN UOMO CHE CON ME ANCHE SOLO PALRNDOCI SEMPRE OGNI G OGNI ORA ALTEL E SCRIVENDOCI HA TOCCATO LE CORDE CHE NESSUNO VEDENDOMI COME UNA DONNA IN CARRIERA E APPARISCENTE AVEVA MAI TOCCATO.UN UOMO CHE CON ME INVECE HA TIRATO FUORI UNA DOLCEZZA FOLLE.UN UOMO CHE MI HA SENPRE DETTO IL CANCRO MI HA CAMBIATO PER SEMPRE E IO NON CAPIVO PERCHE’ GLI DICEVO CHE IL DOLORE ANDAVA TRASFORMATO COME HO FATTO IO CON MIA FIGLIA.LEGGENDOTI E LEGGENDOVI CAPISCO ORA IL SENSO DI QUELLE SUE PAROLE,CAPISCO CHE NESSUNO PUO’ QUANTIFICARE QUANTO UN CANCRO TI SCAVA NELLA MENTE E NEL FISICO.UN UOMO CHE BENE NON STA DI NUOVO E CHE HA ALTRI MILLE PROBLEMI UN UOMO CHE NON MI PERDONA QUEI DUEGG CHE NON SONO RIUSCITA AD ANDARE DA LUI PERCHè HO AVUTO UN PROBLEMA E ERO CERTA CHE AVREMO AVUTO CMQ TANTO TEMPO PER STSRE INSIEME…E ORA MI TIENE LONTANA PER PROTEGGERMI,LANCIANDOMI ADDOSSO CATTIVERIA FREDEZZA…MA SO CHE SONO GRIDI D’AIUTO.GRAZIE A VOI HO CAPITO DI PIù LA SUA RABBIA ANCHE SE INNEGABILMENTE HO CMQ SEMPRE CERCATO DI ESSERCI E ORA è ORA DI PARTIRE DI FARE 527 KM PER GUARDARE IL MARE INSIEME AD UN UOMO CMQ ANCORA BELLISSIMO COME POCHI E A RACCONTARSI TUTTE LE SFUMATURE DI QUEI TRAMONTI SUL MARE….CHE SIA UN MESE UN SEMESTRE UN ANNO MA CON LO STESSO PASSO GRAZIE A TE PER VERMI FATTO CAPIRE

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...